Presentazione Fingers Voice Stile: “Il Corpo e la Somatizzazione”

ascolto del corpo

ascolto del corpo

Conferenza di presentazione del seminario di Fingers Voice Style:

“Il Corpo e la Somatizzazione: una Varietà di
Sintomi che vogliono Guarirci.
Il Dolore del Passato e il Dolore del Presente si
Integrano e ci Trasformano.”

Giovedì 10 novembre 2016 ore 17.30
Presso Macrolibrarsi Store, via Emilia Ponente 1075

Il corpo è una miniera di informazioni reali, utili, significative.
Basilare per la nostra esistenza è dare risalto e amorevole
attenzione alle sue informazioni. Portare il focus
sull’autoconsapevolezza fisica della persona aiuta ad integrare
stati sottocorticali, canali energetici, aree somatiche con aree associative. Esperienze dolorose del
passato sono rappresentate dagli stati fisiologici attuali e dai nostri comportamenti abituali. I
traumi relazionali dell’infanzia, detti traumi a t piccola, sono stati ricorrenti e ricorsivi, ma il loro
ricordo è molto evanescente e confuso nella nostra mente, è chiaro solamente nel nostro corpo.
IL DOLORE FISICO PORTA ALLA RIBALTA
IL DOLORE PSICHICO IGNORATO DEL PASSATO,
CHE VUOLE ESSERE INTEGRATO NEL PRESENTE.
Questo dolore congelato dentro di noi, a livello inconsapevole, viene nuovamente vissuto nel
modo di respirare, nei gesti, nelle percezioni sensoriali, nel movimento, nelle modalità emotive e
nelle forme di pensiero, ridondanti e ripetitive.
Le esperienze dolorose del passato creano sempre, in modo più o meno intenso a seconda delle
esperienze, dissociazione, che è un meccanismo di difesa dove la consapevolezza si allontana dal
corpo per non sentire.
Questa modalità rimane, in percentuale più meno alta, nella nostra vita e crea una incapacità
percettiva, cioè ci rende meno aperti e capaci di percepire l’ambiente e meno aperti e capaci di
percepire e riconoscere le nostre sensazioni corporee.
L’essere umano ha bisogno, soprattutto nei primi anni di vita, di Amore integro, reale, concreto e
consapevole, il non riceverlo è quello che crea modalità reattive, legate all’impotenza, alla paura,
alla tristezza. Ed è così che il passato traumatico continua ad influenzare il modo in cui le persone
percepiscono se stesse e il mondo che le circonda, e il modo in cui esse si pongono in relazione con
se stesse e con gli altri.

LE SENSAZIONI FISICHE SONO RICORDI IMPLICITI
Quando si è troppo bloccati, disattenti, per percepirle, esse continuano a parlare senza nessun
vivente che ascolti, c’è solo una/un sopravvissuto che si muove nella vita sordo, cieco e muto a se
stesso.
Ed è per questo che, dalle sensazioni corporee, fluide, leggere, delicate, si passa al dolore.
Il dolore è un nostro grande amico, serve per portare attenzione, rispetto e amorevolezza a parti
psichiche e corporee, collegate al presente e al passato, di cui è tempo di prendersi cura, rispetto e
dedizione, introducendo nella nostra vita intimità ed amorevolezza verso di noi.
Il grande neuroscenziato Frijda, come Antonio Damasio, afferma che le emozioni sono inseparabili
dal corpo:
“Le emozioni sono questioni che riguardano il corpo: il cuore, lo stomaco e le budella, l’attività e
l’impulso corporei. Sono della carne e la bruciano”.
Per Damasio le emozioni hanno due aspetti basilari: il primo è la sensazione interna, diretta verso
l’interno e privata; il secondo invece visibile è rivolto verso l’esterno e si mostra.
Questo è un seminario molto importante per entrare dentro questa realtà psicocorporea che
aspetta da troppo tempo di essere riconosciuta e rispettata.

 

 

Il seminario relativo si terrà il week ende del 19-20 novembre a Forlì.

Per info: scuoladelrisvegliodelfemminile@gmail.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *