Presentazione Fingers Voice Style: Resistenza e rilassamento. Arrendersi per vivere

protendersi

Protendersi verso la Vita

Presentazione del seminario di

Fingers Voice Style
Resistenza e rilassamento.
Arrendersi per vivere.

Le tensioni croniche muscolari e tendinee inquinano e bloccano la nostra volontà di vivere, senza che ce ne rendiamo conto. Esse vengono dal Corpo di Dolore che si è formato nel nostro passato e che abbiamo fatto di tutto per dimenticare.

Venerdì 10 febbraio 2017 ore 17.30

Presso Macro Librarsi, via Emilia Ponente 1705 – Cesena ore 17.30

L’attività vibratoria del corpo è una diretta manifestazione della sua vitalità. Una persona sana è viva in modo vibrante, sa protendersi nella vita. È fondamentale sapere protendersi verso il mondo per ottenere il soddisfacimento di desideri e bisogni, il protendersi con vigore che noi chiamiamo aggressività, costituisce l’essenza della vita, il suo pulsare. L’indebolimento di queste pulsazioni corrisponde all’indebolimento dell’energia vitale. Nella persona che si ammala di tumore, il bisogno di essere amato, di essere felice, persistono forti, ma è debole l’aggressività necessaria per protendersi in modo efficace verso il loro soddisfacimento. In queste persone, scrive Lowen, è presente una caratteristica assai nociva che si chiama “rassegnazione”. Sono rassegnati ma non sanno di esserlo, e lo sono perché si aspettano che l’amore e l’esaudimento dei loro bisogni venga dal mondo esteriore e non dal loro mondo interiore. Per protendersi bisogna essere flessibili, recettivi e abbandonati. Se non si vibra non ci si può protendere nella vita.
Nelle tensioni croniche ci sono intensi sentimenti corporei bloccati che vengono dal passato, dalla nostra infanzia. L’età evolutiva è infatti un periodo assai lungo ma estremamente vulnerabile per l’essere umano. Si rimane in balia di altre persone per molto tempo, e se la vita con loro è dolorosa, infelice e/o pericolosa, queste esperienze lasciano tracce, solchi, ferite neuronali, cellulari, muscolari ed osteoarticolari dentro al nostro organismo.
Queste ferite formano il Corpo di Dolore ed è a lui che ci dobbiamo rivolgere per incontrare e trasformare le nostre tensioni. Incontrare il Corpo di Dolore richiede il coraggio di incontrare l’infelicità, che crediamo di eludere e di evitare, ma in realtà è sempre presente nella nostra vita finchè dentro di noi è presente il corpo di dolore. Evitare l’infelicità è un errore che porta gravi conseguenze alla nostra realizzazione e ci costringe a resistere contratti e in apnea, in attesa che le cose cambino.

Nel seminario Fingers del 25 e 26 febbraio a Forlì lavoreremo con:
– Messer Pianto
– Madamoiselle Infelicità
– Madame Sensibilità

Per incontrare il corpo di dolore e le tensioni croniche e dare loro l’ascolto e l’attenzione che chiedono per poter infine trasformarsi.
In che cosa si trasformano? In Energia che finalmente ritorna a nostra disposizione poiché per vivere con intensità e attuare i cambiamenti che la vita richiede, ci vuole un livello elevato di energia.

Per info e iscrizioni:
scuoladelrisvegliodelfemminile@gmail.com

Valentina 340.7195625

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *