PSICOLOGIA APOCALITTICA – 3

LA PELLE (segue)

fingers voice styleI traumi del passato, anzi dell’infanzia, incidono enormemente su tutti questo aspetti neurovegetativi. Questi traumi creano schemi di credenze negativi, i più gravi e i più pericolosi per la nostra salute psicofisica sono quelli sviluppati nei primi 7 anni di vita. Qualunque esperienza stressante in questo periodo, qualsiasi cosa ci venga detta del mondo e del posto che occupiamo, qualunque pressione fisica o emotiva, qualsiasi cosa pregiudichi l’autostima o il nostro personale valore se reiterata nel tempo e non risolta, comprometterà in seguito la nostra salute e il nostro benessere. I blocchi che sopraggiungono in questo tipo di educazione o di amore, se in questo modo assurdo lo vogliamo chiamare, arrivano per proteggerci e costruiscono una coperta di energia attorno ai traumi, ma questa energia bloccata deve essere comunque recuperata, perché anche secondo la Medicina Cinese che spiega nello stesso identico modo la risposta traumatica, è una sostanza fondamentale per la nostra salute per cui se rimane bloccata intorno ai nostri traumi noi avremo una vita meno lunga e meno capacità di affrontare e di guarire dalle patologie.

Tornando all’infanzia, in questa tenera età a questi bambini viene detto che sono dispettosi, timidi, stupidi , indegni, egoisti, disordinati, pigri, che fanno ammalare o disperare i genitori. Si crea così una tendenza ad un dialogo interiore negativo, l’autosvalutazione e l’ansia dovuta al fatto che non si vorrebbe ricevere tutte quelle offese e nello stesso tempo non si sa assolutamente come essere come tutti gli altri vorrebbero, perché da bambini le risposte fisiche ed emotive sono assolutamente spontanee ed immediate, per cui non essere amati per quello che si è crea un’enorme impotenza perché non si riesce ad essere diversi. Ma neanche chi ci ama dovrebbe aspettarselo. Tanti bambini maturano la convinzione di non essere abbastanza bravi, carini, compiacenti, intelligenti, svelti, non abbastanza speciali. E questa nella loro vita, nella nostra vita, è un’APOCALISSI.

Disperazione

I quattro cavalieri dell’Apocalisse

Ci sono poi:

  • la cattiva alimentazione
  • gli stili di vita nocivi (gonfiare i neonati col latte artificiale, o omogeneizzati o cibo morto dei supermercati, merendine e tutti gli alimenti privi di nutrimento e zeppi di zuccheri deleteri per la salute, uso di farmaci e psicofarmaci, alcool)
  • fumo
  • droghe
  • shopping compulsivo
  • sentire costantemente i genitori che imprecano, si preoccupano, si lamentano o sono sconfortati
  • vivere in case anguste, poco areate o poco pulite
  • non essere aiutati a vedere il bello e vivere nel bello

e tanti altri che per sintesi non citiamo). Qualsiasi credenza negativa appresa nei primi anni di vita viene poi rafforzata nell’educazione e nelle pressioni scolastico sociali. Infatti, con ogni probabilità le stesse persone che hanno contribuito a creare in noi queste credenze continueranno a sottolinearle in modo regolare. Ovviamente gli adulti che hanno questi comportamenti crudeli e ottusi sono stati al loro volta trattati ed educati nello stesso identico modo, ma le scuse e le giustificazioni non servono a nulla, l’importante è rendersene conto e cambiare.
Tutte queste cose rendono acido l’organismo, pregiudicano la flora intestinale, creano masse infiammate piene di muco, contraggono muscoli e tendini e vasi sanguigni. Avvelenano il sangue.
Nella Medicina Cinese la pelle è collegata ai polmoni, al respiro e perciò all’affermazione di noi stessi.

Quando da piccoli siamo presi in braccio da nostra madre noi sentiamo il suo respiro, sentiamo l’odore della sua pelle, sentiamo il suo sguardo addosso e di tutte queste sensazioni la nostra pelle viene intrisa ed esse dalla pelle passano al cuore creando in noi il primo nucleo su cosa sia l’amore.

1 comment for “PSICOLOGIA APOCALITTICA – 3

  1. Monica
    27 settembre 2015 at 6:25 pm

    Molto interessante e soprattutto reale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *